Beatrice Sola

Beatrice Sola

Country: ItalyClub: Falconeri Ski TeamAge: 17

Beatrice Sola nata l’11 febbraio 2003

Ha provato gli sci a poco più di 2 anni. Lo sci è una passione che lega tutta la famiglia, entrambi i genitori sono maestri di sci ed anche gli zii paterni. Possiamo affermare che la nostra Bea ha iniziato prima a sciare che a camminare. Vive a Sardagna sul Monte Bondone con i genitori, la sorella più grande appassionata di Snowboard e il fratello più piccolo che scia solo per svago e divertimento (preferisce dedicarsi allo studio). Per qualche anno ha sciato in modo spensierato con genitori e nonni, non pensando alle gare.
Bea confida “lo sci è sempre stato lo sport che mi divertiva di più anche perché avevo le piste fuori casa e quindi era molto comodo anche per i miei genitori (maestri di sci)“. Questo però fino ai 6 anni, quando è stata invitata dallo Sci Club Città di Trento a fare una gara “giusto per provare“. Beatrice non ha solo partecipato ad una gara, l’ha anche vinta. Ha così iniziato a gareggiare: si divertiva e vinceva. Crescendo ha realizzato che era il suo sogno e per raggiungerlo ha iniziato a lavorare duramente facendo sacrifici.

La scelta della Scuola Superiore conferma la sua determinazione e volontà di rinunciare per arrivare. Si è iscritta in Austria allo Schigymnasium Stams vicino a Innsbruck, liceo per atleti conosciuto in tutta Europa, scuola che a Beatrice è piaciuta da subito. Racconta Bea “non è stato facile entrare, perché è richiesto il superamento di un selettivo test di ingresso: fisico ed attitudinale“. La scuola è riservata ad un numero chiuso di sportivi relativamente a 5 discipline (sci alpino, sci di fondo, snowboard, combinata nordica e salto con gli sci). Continua “decidere di andare via di casa a quell’età, lasciare la mia famiglia, con una lingua nuova e in un altro paese, non è stata una scelta facile. Per fortuna ho avuto sin dall’inizio mia sorella al mio fianco, soprattutto nei primi mesi ci siamo aiutate molto“. Oltre all’allontanamento dai genitori, questa importante scelta l’ha obbligata a studiare, parlare e pensare in tedesco.

Torniamo però a parlare di sci. Il fortissimo legame con Ugo Giongo l’ha portata in Falconeri Ski Team. Bea prosegue “grazie a Falconeri Ski Team ho un enorme supporto, da tutti i punti di vista. Sono seguita da un allenatore con cui ormai si è instaurato un forte legame. Inoltre, ho un grande rapporto con miei genitori, ed è anche grazie a loro che io posso andare avanti e cercare di raggiungere i miei sogni. Sono sempre presenti in ogni occasione e spesso anche a qualche gara“. Oltre ad allenarsi con Falconeri Ski Team, Beatrice ha la possibilità di allenarsi anche con il Comitato Trentino.

Il pensiero dei suoi e nostri allenatoriBea è inserita di diritto nel gruppo della COMPOSIZIONE UFFICIALE NAZIONALE ITALIANA di sci alpino nel gruppo OSSERVATI, ufficializzata il 6 maggio 2020 dal Presidente della FISI Flavio Roda. In questa fase delicata di crescita in cui gli interlocutori sono molteplici, non esistendo progetti specifici, vi è la necessità di progettare una cabina di regia che coordini ed armonizzi gli interventi ed il programma individuale e specifico per valorizzare il suo grande TALENTO”.

Ricordiamo qualche risultato di Beatrice. A marzo 2019 alle selezioni Nazionali dell’Alpecimbra FIS Children CUP (ex Trofeo Topolino) Beatrice è salita sul grandino più alto del podio in slalom gigante. Sempre a marzo 2019, sempre prima ai Campionati Italiani Children che si sono tenuti a Sarentino. All’Abetone ad aprile 2019 nella fase nazionale Pinocchio 2019, Bea ha ottenuto il miglior tempo di gara in entrambe le manche di Slalom Gigante. Confermandosi anche alle Finali Internazionali Pinocchio 2019 nello Slalom Allieve guadagnando il gradino più alto del podio. A gennaio 2020 nella gara Fis di supercombinata di Pila competizione valida per il Gran Premio Italia Giovani, Bea ha ottenuto il miglior tempo.

Il 6 maggio 2020 la Fisi ha definito le giovani atlete che monitorerà con particolare attenzione e Beatrice rientra tra le atlete polivalenti “osservate”. Le chiediamo cosa prova a rientrare tra le osservate “mi fa piacere, mi stimola a lavorare sempre di più e bene. Sono una ragazza che si concentra molto su sé stessa e che cerca di dare il meglio in ogni occasione, non solo in gara ma anche in allenamento, sono determinata!“. Bea ha un grande sogno nel cassetto “partecipare alle Olimpiadi e perché no, vincere la Coppa del Mondo!“.